lunedì 10 dicembre 2012

BENTORNATO CONDOTTIERO!


Sono stati 122 giorni lunghissimi.
Cominciati il 10 Agosto scorso, poche ore prima della finale di Supercoppa contro il Napoli (squadra coinvolta direttamente nel calcioscommesse ma non ancora giudicata, ma questa è un'altra storia...) e terminati soltanto ieri. Era d'estate, faceva caldo, mio figlio stava per festeggiare il secondo compleanno e dormivamo con le finestre aperte.
Nel mezzo la conferma della condanna a 10 mesi nonostante non si fossero trovate prove certe sulla sua colpevolezza, la mitica conferenza stampa dove nessun giornalista osò dire mezza parola, le prime partite negli sky box, le telecamere puntate contro, il trattamento vergognoso che gli volevano riservare a Firenze, l'esultanza di Londra al pareggio di Quagliarella, la delusione in Danimarca e la domanda "chi è quella merda che ha esultato?" destinata ai giornalai italiani che esultarono al gol del Chelsea (poveretti, che tristezza, ridursi a gufare contro la Juve).
E poi il conto alla rovescia, la vittoria nel derby e quella in Ucraina, senza scordarsi la riduzione della condanna da parte del TNAS dove si è certificato ufficialmente che Conte è stato squalificato senza prove certe.
Siamo ai giorni nostri, fa freddo, Natale è vicino, dormiamo con i piumoni e gli scaldasonno e, ormai ieri pomeriggio, finalmente Conte è tornato in panchina e la Juve ha vinto confermandosi prima in classifica.
Squalifica finita, da ieri sono e saranno cazzi amari per tutti.
In primis per quei giocatori stessi della Juve che magari in campo non si impegnano al massimo.
Bentornato condottiero, ci sei mancato davvero tanto!
Forza Juve, sempre!

Nessun commento:

Posta un commento