giovedì 13 giugno 2013

LE PAROLE SONO IMPORTANTI (?)

Alcuni di voi sapranno che sono fissato con il contenuto di una scena di "Palombella rossa".
Questa.


Le parole sono importanti.
Molto importanti, direi fondamentali: chi parla male pensa male e vive male, sempre citando il film.
E non mi riferisco all'essere più o meno acculturato, ma piuttosto a quanta attenzione si presta all'uso delle parole e  quindi a ciò che diciamo e scriviamo.
Direi sempre meno.

Un esempio?
Ieri sera su twitter mi è capitato di leggere un tweet di una ragazza che riportava un coro, da dementi, che in alcuni stadi riservano a Gianluca Pessotto, ex giocatore della Juve che qualche anno fa tentò di suicidarsi.
Ovviamente il coro riguardava proprio il tentativo di suicidio e non sto a riportarlo qui.
A chi si incazzava per quello che aveva scritto lei, candida candida, rispondeva: "Ohhh, ma perché vi incazzate tanto? E' solo un coro da stadio!".
Un altro che l'appoggiava facendo battute sempre sul solito argomento alla fine diceva: "Vabbé, cancello il tweet, evidentemente qualcuno non ha il senso dell'ironia...".
Oggi poi mi capita di leggere la frase di tale Dolores Velandro, leghista 2.0, rivolta al Ministro Kyenge, frase che recita: "Ma mai nessuno che la stupri, così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato??????? Vergogna!".
Ovviamente tutto scritto in maiuscolo, perché un leghista che non urla non può essere definito tale.
Una frase per cui non si trovano gli aggettivi giusti senza scadere nel volgare, ma ancora peggio è stata l'arrampicata sugli specchi della stessa per giustificarsi:
"Non sono cattiva. La mia era solo una battuta. A volte sfogo la rabbia così, le chiedo scusa, ma io non sono un tipo violento".
Anche questa era una battuta.
Il sottoscritto queste battute proprio non riesce a capirle, evidentemente non ha senso dell'umorismo.
Il sottoscritto resta solo convinto che prima di parlare, e di scrivere, dovremmo capire ciò che stiamo per dire e che forse non tutto ciò che ci passa per la testa va comunicato al resto del mondo.
Come dite?
E' un'ovvietà degna del fu Max Catalano?
Lo so.
Io.
Penso e spero anche voi.

1 commento:

  1. Dovrebbe essere una cosa ovvia ma vedo che non è così, purtroppo.

    RispondiElimina