lunedì 16 settembre 2013

OGGI IL GANGNAM STYLE, DOMANI...

Avete presente quelle feste missilistiche dove i festeggiati sono i bambini?
Le scene sono sempre quelle.
Bambini che scorrazzano allegramente e sguaiatamente, urla, tonfi ma anche panini, pizzette, bibite, dolci, il "tanti auguri a te" dove ognuno va per i cazzi suoi sia nel tempo che nel nome...
Insomma, questo genere di feste.
Io oggi ero ad una di queste ma non di questo voglio parlare, quanto di un motivetto, antipatico, che ad un certo punto ha cominciato a passare ovvero...
...quell'ammasso di rumore indistinto, banale, senza capo né coda che lo scorso anno tutti ballavano in quanto tormentone.
Il famigerato Gangnam style.
Per fortuna il mio razzismo non me l'aveva mai fatto sentire per intero: tutti ne parlavano, lo ballavano (io no, il bello di non avere più 20 anni è che hai una scusa per non andare a ballare in discoteche inquietanti) e lo descrivevano come ganzo e trendy (gli stessi che poi un giorno si e l'altro pure gettano merda su Gigi D'Alessio in quanto rovina della musica), ma io niente, ascoltavo altro e ne stavo alla larga.
Almeno fino ad oggi. Purtroppo mi è toccata ascoltarla per intero.
Vi domanderete cosa ne pensi.

Mamma mia che schifezza, che troiaio, che cosa orrenda!
Mai ascoltato qualcosa di più orrido (e badate bene, sono riuscito anche a finire "Hot space" dei Queen e "Virtual XI" degli Iron Maiden) e non capisco come possa aver avuto tutto questo successo e come la gente l'abbia ascoltata!
E non trovo neanche giustificazioni: chi almeno una volta ha ballato o anche solo pensato qualcosa di positivo riguardo a 'sta merda chieda scusa al Dio della Musica in ginocchio sui ceci e, personalmente, eviti di prendere discussioni sull'argomento musica con me perché non lo riterrei interlocutore credibile.
Ma poi mi domando, c'era proprio bisogno di farlo sentire ai bambini?
Cos'hanno fatto di male per meritarsi tutto questo? Guardate che se a 4-5 anni ascoltano questa roba, facendosela pure piacere e ballandoci pure sopra, non oso immaginare cosa ascolteranno quando saranno grandi. Come minimo il rap.
Segnatevelo genitori, quando tra dieci anni vi lamenterete perché vostro figlio ascolta Fabri Fibra o i Club Dogo, io sarò lì a consolarvi e a dirvi: "Cazzi vostri, così imparate la prossima volta a fargli ascoltare il Gangnam style! Ve lo meritate!"
Buonanotte a tutti!
PS. Un dubbio: ma perché quando io avevo 3 anni (l'età di mio figlio) la gente ballava sulle note degli Chic e dei Bee Gees ed oggi invece su quelle di Gangnam Style?
Ai poster l'ardua sentenza.



Nessun commento:

Posta un commento