mercoledì 7 settembre 2016

L'UNIVERSITÀ DELLA VITA (un raccontino semi-serio)

In un giorno qualsiasi, a Borgo San Praticillo, qualcuno suona al campanello dello studio di un architetto.

"Si, chi è?"
"Buongiorno, ho letto il suo annuncio, volevo consegnarle il mio curriculum..."
"Ah, va bene, lo lasci pure nella cassetta della posta."
"Preferirei portarglielo direttamente..."
"Veramente ho da fare."
"Solo un minuto!"
"Va bene, salga."

Una volta entrato nello studio...

"Ohhh, che bello studio, complimenti..."
"Grazie, ora comunque se volesse lasciarmi il curriculum, ho un po' di lavoro da sbrigare..."
"Si...comunque se avesse giusto due minuti potremmo parlare."
"Beh...io...ok dai, andiamo nella mia stanza!"

In fondo all'open space, dove tre persone stanno lavorando, si trova la stanza dell'architetto. Lui la apre, entra facendo segno all'altro di seguirlo e di accomodarsi.
Prende il curriculum, gli da un'occhiata.

"Dunque, io non vorrei risultare scortese, ma leggendo questo curriculum lei non mi pare il profilo adatto."
"Perché, scusi?"
"Beh, io starei cercando un tecnico quantomeno diplomato e con esperienza e lei non lo è. Mi scusi, lei è ingegnere?"
"No."
"Architetto?"
"Certo che no, detesto gli architetti!"
"Grazie, quindi non è laureato?"
"No, la mia università è quella della vita, insegna molto di più di tanti che si riempiono la bocca con la loro cultura! E poi ho rimesso casa da solo senza dare retta al tecnico che seguiva i lavori, un bel carciofo buono a nulla, lo sa?"
"Capisco...senta, quindi non è neanche diplomato?"
"No, però so tante cose."
"Si, ok, ma come le dicevo prima qui serve una determinata figura e lei non è la persona adatta. Almeno lo sa usare Autocad?"
"No!"
"Photoshop?"
"No!"
"Docfa?"
"No!"
"In internet ci sa navigare?"
"No, però ho facebook!"
"Outlook?"
"No!"
"Word? Pacchetto Office?"
"No!"
"Sa disegnare a mano?"
"No!"
"Fare un rilievo?"
"No!"
"Ma allora, perché è venuto qui? Lei non sa fare niente!"
"Si, però sono onesto!"
"Ahhhh...ok...guardi, non stiamo a perdere altro tempo. Se non è un problema l'accompagno alla porta, mi scusi ma ho un po' da fare!"
"Ecco, lo sapevo! Non c'è futuro per quelli onesti, in questo paese vanno avanti sempre e solo i raccomandati, quelli che fanno parte della kasta, è tutto un magna magna, e poi ci lamentiamo se il paese va a picco! Vergogna!"
"Eh, mi spiace. Arrivederci!"

Nessun commento:

Posta un commento